Soluzioni contro le erbacce

Tecniche semplici permettono di ridurre le attività di diserbo al minimo, o addirittura a zero, ma quando è necessario intervenire esistono diverse alternative all'utilizzo di diserbanti sintetici tradizionali.

 

Non-cultivated surfaces

Vialetti, cortili e terrazze

Per mantenere puliti i vialetti, è possibile utilizzare corteccia di pino, ghiaia o altri materiali distribuiti su un telo per pacciamatura per evitare che questi materiali affondino nel terreno e per consentire un buon drenaggio. Una soluzione alternativa potrebbe essere quella di piastrellare, ma nel tempo, soprattutto in presenza di condizioni di umidità, ci si troverà a gestire il problema delle infestanti che crescono tra le piastrelle e dei muschi. Si può procedere estirpando le erbacce ma se la superficie è ampia si possono utilizzare diserbanti di origine 100% naturale che, spruzzati sulle parti verdi delle infestanti agiscono in poche ore.

 

PILLOLE DI GIARDINAGGIO - Prendersi cura del prato

Aree coltivate: orti, frutteti, aiuole ornamentali

Per la gestione delle infestanti negli orti, frutteti e aiuole prendi l'abitudine di lavorare il terreno. Vangare il terreno o utilizzare una motozappa consente di portare i semi delle malerbe in superficie.

Lo sapevi?
Un enorme quantità di semi di piante infestanti si trova nei primi 15 cm del terreno: ce ne sono infatti più di 10.000 per metro quadro!

Dopo la germinazione, queste erbacce si possono rimuovere a mano o aiutandosi con degli attrezzi come l'estirpatore o il sarchiatore, se la superficie è ampia ci si può aiutare con diserbanti di origine 100% naturale che, spruzzati sulle parti verdi delle infestanti agiscono in poche ore.

Un'altra tecnica per prevenire l'insorgere delle infestanti è la pacciamatura che impedendo il passaggio della luce, previene la crescita di erbacce. Possono essere utilizzati diverse tipologie di materiali: teli pacciamanti, foglie secche, trucioli di legno, segatura, cartoni (non colorati), cortecce, paglia... Oltre a controllare la crescita delle infestanti, questi materiali offrono diversi benefici: minore irrigazione, concimazione, protezione contro l’erosione, agiscono come repellente contro le lumache e allo stesso tempo possono essere decorativi.

Infine c'è la tecnica della falsa semina che può essere applicata agli orti e alle aiuole del giardino o prima dell'impianto di un prato. Il letto di semina deve essere preparato circa tre settimane prima della data prevista per la semina. Le condizioni favorevoli faciliteranno la germogliazione dei semi delle piante infestanti. Dopo alcuni giorni sarà agevole eliminarle meccanicamente o con l'utilizzo di un diserbanteQuindi, dovrai fare attenzione a non rilavorare il suolo per evitare di portare altri semi in superficie, che in seguito germinerebbero, e procedere con la semina.

Tecniche di diserbo:

  • Diserbo termico 

Questo metodo è efficace per diserbare terrazzi, cortili e vialetti, e funziona distruggendo le giovani piantine attraverso uno shock termico che causa la rottura delle cellule della piante (senza però bruciare la pianta, come precauzione antincendio). 
Se le erbacce son ben radicate, il trattamento andrà ripetuto una o due volte in più a stagione per rimuoverle del tutto distruggendole dalla radice. Può anche essere utilizzato in aree coltivate: nell'orto e nelle aiuole ornamentali, ma pacciamatura e diserbanti biologici sono da preferire per queste aree del giardino. 

  • Diserbo meccanico

Viene fatto a mano o con attrezzi specifici, zappa, estirpatori, sarchiatori, motocoltivatori. Sul mercato ci sono attrezzi pensati per ogni tipologia di spazio tu devi soltanto metterci la tua energia e olio di gomito.

  • Diserbanti biologici

I diserbanti biologici sono al 100% a base di principi attivi di origine naturale;  alcuni di questi diserbanti di nuova generazione sono a base di ingredienti vegetali, come ad esempio l'acido pelargonico che è estratto dal Cardo. Pratici, veloci ed efficaci, possono essere utilizzati su qualunque superficie, sia coltivata che non. Agiscono molto rapidamente, in poche ore, seccando le foglie e sono efficaci già dopo una sola applicazione. Quando le infestanti sono ben radicate, il trattamento andrà ripetuto una o due volte in più, dopo due settimane. Dopo il trattamento, le erbacce, private del loro apparato fogliare e quindi non riuscendo a nutrirsi tramite la fotosintesi, vedranno il loro apparato radicale indebolirsi.

Per una massima efficacia assicurati l'applicazione nella stagione corretta e in condizioni meteorologiche adeguate: diserba tra aprile e giugno, quando le temperature sono superiori ai 15°C. L'ideale è utilizzare i prodotti in condizioni climatiche soleggiate e prive di vento. Applica preferibilmente sulle foglie asciutte, e evita di utilizzare i prodotti quando piove (almeno due ore dopo una precipitazione). Attenzione alle infestanti più giovani, la giusta fase di intervento è quando sono presenti al massimo 4/5 foglie o una pianta di altezza tra i 10 e i 15 cm. Non è raccomandato l'uso su infestanti ben radicate ad alta densità di fogliame. Assicurati di bagnare bene tutte le foglie con il prodotto. Solo le parti a diretto contatto con il prodotto diserbante saranno essiccate.

I principali vantaggi dell'utilizzo di diserbanti biologici:

  • Potrai seminare dopo un solo giorno dall'applicazione
  • Gli effetti sono visibili già entro poche ore
  • Gli animali possono ritornare velocemente a calpestare le aree trattate