La piralide del bosso

Prendetevi cura delle vostre siepi 

Prevenire e curare infestazioni di Cydalima perspectalis

Il bosso è il re dell’arte topiaria, in quanto si presta a essere potato in forme geometriche ma è molto apprezzato anche per la creazione di siepi o come ornamentale da vaso. Sempreverde longevo, rustico e molto adattabile, è un arbusto elegantissimo grazie al fogliame folto, minuto e dal portamento compatto. Cresce bene sia in piena terra che in vaso, come esemplare singolo e come siepe.

 

La bellezza e la vitalità di questa pianta sono purtroppo minacciate da un insetto dannoso, la Piralide del bosso, in grado di defogliarla completamente e ridurre la sua chioma ad uno scheletro ed é per questo che è molto importante intervenire tempestivamente.

Descrizione

La Piralide del bosso, Cydalima perspectalis, è una farfallina (lepidottero) originaria dell’Asia giunta in Italia intorno al 2006.

L’adulto è una farfallina con apertura alare di circa 4 cm; le ali, di colore bianco, presentano bande scure lungo i bordi.

La larva, responsabile dei danni, è lunga dai 2 ai 4 cm, di colore giallo-verde con linee longitudinali più scure e il capo nero: si nutre a spese delle foglie e dei germogli, divorandoli e riducendo la pianta ad uno scheletro.

Cydalima perspectalis compie in Italia tre generazioni all’anno che si susseguono da primavera fino all’autunno: sverna avvolta in bozzoli sericei tessuti tra le foglie della pianta; in primavera si ha lo sfarfallamento, con lo sviluppo delle farfalle di prima generazione.

 

 

piralide
Piralide

 

 

Danni

Cydalima perspectalis è un insetto particolarmente vorace, in grado di decimare intere siepi in breve tempo.  Le zone attaccate appaiono defogliate, in parte disseccate e ricoperte da sottili fili sericei.

Come intervenire?

Per evitare che il vostro bosso si ritrovi da un giorno all’altro senza più neanche una foglia, è ideale partire dalla prevenzione grazie alla trappola CATTURA INSETTI BOSSO di Solabiol. Questa trappola grazie al feromone specifico di attrazione è in grado di catturare la forma adulta di Cydalima perspectalis (farfallina) prima che essa deponga le uova. Se invece la pianta è già invasa dalle larve vi suggeriamo di trattare in maniera completamente naturale con Solabiol Insetticida Abbattente PFnPO, oppure in caso di grandi superfici trattate con Solabiol Success PFnPO insetticida a base di spinosad, agisce per ingestione e contatto nei confronti delle larve; eseguite il trattamento alla comparsa delle prime larve (0,8-1 ml/1 litro d’acqua) in base al livello di infestazione; massimo tre trattamenti a distanza di 5 giorni